Another World

Prova Playquotes
Gioca Online
 
oppure scarica l'app

Generi

Action adventure

 

Partiamo da un'affermazione veritiera: Another World (o "Out of this World" nella sua versione americana) è una delle perle assolute della storia dei Videogiochi, tanto vero che si potrebbe considerare uno dei tre videogames più belli di sempre.
Parliamo degli anni in cui i videogames venivano creati interamente da una persona sola, ed in questo caso parliamo del francese Eric Chahi, che ha realizzato il gioco utilizzando solo “Basic” e “Assembler.”

"…Volevo che il giocatore si trovasse completamente immerso in un mondo straniero, un mondo misterioso ma allo stesso tempo credibile…"

Ed è proprio questo che si prova cominciando a giocare ad Another World.

Dopo una fantastica sequenza iniziale che ci mostra l’incidente avvenuto durante l‘esperimento portato avanti dal nostro stesso personaggio (Lester Knight Chaykin), veniamo catapultati in un mondo straniero, ostile, che ci costringe subito a lottare per la nostra vita.
Nessuna indicazione a schermo (nessuna mappa dei segnali ecc…) e nessun indicatore della vita; siamo allo sbaraglio, neanche un tutorial, totalmente immersi nelle disavventure del nostro alter ego.
Non a caso Another World è stato il capostipite del genere “cinematic platform”. Difatti ogni scelta stilistica del gioco sembra partorita dal miglior regista dei giorni nostri, sempre in funzione alla trama del gioco che non ci viene raccontata, ma viene direttamente vissuta in prima persona dal giocatore.

Il design dei livelli è funzionale, mai incoerente e mantiene una linea visiva con i classici della fantascienza degli anni 80 ("Sotto le lune di marte" ha fatto scuola, tanto per citarne uno) mostrando una certa originalità nella scelta di utilizzare la grafica vettoriale e la tecnica del "rotoscoping".

Insomma un gioco in cui niente è fuori posto e tutto quello che vedrete vi farà ragionare anche se il senso di urgenza non vi lascerà mai.
In più avrete un personaggio che vi sarà "amico" (per quanto possa essere amico un alieno che non parla la vostra lingua) che vi aiuterà e che dovrete sostenere in vari momenti dell‘avventura.
Il gameplay ha un concept in realtà molto semplice e funzionale: Lester può saltare, tirare calci e sparare una volta trovata la pistola. All’occorrenza correrete, rotolerete, ma non farete mai nulla di particolarmente rilevante; tuttavia tutto funziona così bene che basta e avanza.
Forse i ragazzi d'oggi penseranno che un gameplay così limitato sia sintomo di ripetitività e quindi noia, ma vi assicuriamo che niente di questo gioco dà la sensazione di ripetitivo.

Ricordiamo infine che Another World è disponibile per ATARI ST, AMIGA, PC DOS, MAC, 3DO, GBA, GP32, Versioni Mobile e Windows XP, Super Nintendo e Mega Drive (versione analizzata). 
Le versioni SNES e Mega Drive vantano una difficoltà maggiore in quanto vi sono alcune “aggiunte” (una guardia al piano inferiore dell'ascensore, nella prigione, e getti di vapore mortali sono apparsi nel sistema di ventilazione a labirinto), ma soffrono di una colonna sonora ed effetti modificati rispetto alla versione originale AMIGA.

Insomma Another World è un capolavoro che merita sicuramente di essere giocato da chiunque e, per gli intenditori, un titolo che lascerà sicuramente il segno nella vostra memoria.
Uno dei pochi giochi che nonostante gli anni passati non invecchia ed è sempre attuale. Da non perdere!

 

le citazioni

"

IDENTIFICATION
Good evening professor.
I see you have diven here in your Ferrari.

"
"

4511932

"
"

opt: g-

"

gli screenshot

le console

Pc (18/09/1992)

Le citazioni inserite in PlayQuotes vengono utilizzate a fini di insegnamento o per finalità illustrative, e non vengono sfruttate per fini commerciali. Privacy Policy